Branding & Politica

Web Strategist & Social Media Manager

Branding & Politica

14 Giugno 2019 Blog 0
Branding Politico | CristianParrella.it

Dal simbolo alla marca

Il brand è un concetto molto più esteso rispetto all’idea di prodotto.

Il prodotto, generalmente, ha un fine funzionale mentre il brand contiene significati, suggestioni e sollecitazioni legate agli aspetti psicologici dell’utente finale.

Il concetto di brand è orientato alla costruzione di un rapporto, all’esaltazione di uno schema di valori solidi e duraturi, possibilmente condivisibili dal maggior numero di persone, la cui missione è il consolidamento del legame tra la marca (in questo caso l’entità politica) e il fruitore finale (nella comunicazione politica è l’elettore).

Efficacia e comunicazione di marca

L’estensione psicologica del branding politico si sviluppa verso le emozioni e la parte inconscia dell’utente. E’ di qualità quando riesce a evocare nel cuore e nella mente delle persone a cui si rivolge una catena logica, sebbene talvolta non razionale, di immagini, sentimenti, sensazioni, ricordi e speranze legate indissolubilmente al marchio stesso.

La sua stessa credibilità è direttamente proporzionale al potere evocativo e consolidativo di immagini, atteggiamenti e immagine identitaria.

Branding e politica (in Italia e non solo)

La reputazione di un’entità politica (che si tratti del partito o del singolo candidato) e il consolidamento della sua immagine passano necessariamente attraverso azioni di branding (sia online che offline).

Sono tipiche le valutazioni strategiche per la scelta delle azioni comunicative utili alla modifica o al mantenimento della reputazione e dell’immagine pubblica di un’entità politica.

Nella mia esperienza ho sempre trovato molto interessante, sotto il piano della ricerca, l’elemento emotivo del pubblico a cui avrei dovuto rivolgermi, ecco perché valuto analogamente sia la formazione politica che il singolo esponente sotto il piano della comunicazione di marca.

Se l’obiettivo di una campagna è guadagnare l’attenzione degli elettori ed ottenere la maggiore visibilità possibile verso gli indecisi e i potenziali astensionisti, è opportuno fissare due solidi punti di partenza.

  1. Personalità e immagine
  2. Contenuti

L’immagine e la personalità

“Non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione”

Oscar Wilde

Nei primi 10 secondi di conoscenza il nostro cervello sceglie se fidarsi o meno di una persona. L’immagine e la personalità di un candidato o di una formazione politica debbono superare bene la prova della “prima impressione”, così facendo si ipoteca una buona parte delle intenzioni di voto, secondo numerosi studi.

Se vuoi leggerne qualcuno: Science DailySociety for Personality and Social PsychologyAmerican Psychological Association

Pensa quale sforzo richiede la correzione di una pessima prima impressione. Argomento da non sottovalutare mai, a maggior ragione quando si ha a che fare con un budget predefinito.

… e i contenuti non contano?

Che i concetti, le idee e i contenuti siano importanti non c’è ombra di dubbio, tuttavia per dare loro la fondamentale importanza che ricoprono nell’immaginario occorre comunicarli all’utenza sotto forma di messaggio, ancora meglio se di racconto, per consolidare credibilità e valori condivisi.

In questo binomio uomo/messaggio si sviluppa la parte strategica di comunicazione politica finalizzata a tradurre la capacità e maturità politica del candidato in uno stile che racchiuda valori e partecipazione.

Lo studio di una visione del mondo in cui l’utente possa rivedersi ed immedesimarsi secondo le sue ideologie, credenze e valori costituisce la base della strategia comunicativa, mentre il successivo l’incremento della popolarità si basa sull’esaltazione dei punti di forza e sulla precisa differenziazione dai competitor.

Se ti interessano contenuti di comunicazione politica, di reputazione e immagine pubblica puoi contattarmi attraverso il sito o i miei canali social principali: Linkedin, Facebook e Instagram: buona lettura.

Cristian Parrella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *